e a dirla tutta (compendio al post precedente)

non se ne puo’ piu, di racconti sui fuori sede, sui chitarristi, gli scantinati, i morti di fame, quelli che non ce la fannno piu, quelli che vorrebbero farcela, quelli che prendono il caffe, il te’, la tisana, il vino sfuso del cartone, il barolo, l’india, la metro di milano, la televisione, le quattro di mattina, il sole del pomeriggio, il cinema di periferia, questa poetica da quattro soldi per favore bravi ma basta, che poi perdo un sacco di tempo devo recuperare le forze leggendo qualcos’altro.

Leave a comment

Filed under Uncategorized

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s