Monthly Archives: June 2010

Ho una mappa esistenziale. Dappertutto c’è scritto “tu sei qui”.

avevo scritto delle cose che non mi piacevano in questo post.
basta il titolo.

cmq, per il titolo, via

Advertisements

Leave a comment

Filed under Uncategorized

piu’ si dimena e canta

Spalanchi le finestre o scendi tu
Tra la folla: vedrai che basta poco
a rallegrarti; un animale, un gioco,
o, vestito di blu,

un garzone con una carriola,
che a gran voce si tiene la strada aperta
e se appena in discesa trova un’erta
non corre più, ma vola.
via

Leave a comment

Filed under Uncategorized

wimbledon karma

l’anno scorso avevo detto, l’anno prossima vado a wimbledon, quello che ti pare ma devo vedere una finale di wimbledon.
invece no.
me ne ero convinta perche non riuscivo a guardare gli ultimi minuti in tv, dall’emozione mi ricordo, ero uscita sull’ultimo break point o comunque mancava pochissimo.
Almeno se fossi li dovrei starmene seduta aspettare che finisca, te l’immagini fare alzare tutti, scusate scusate non ce la faccio, proprio sul punto. eh no.
questa cosa di fare alzare gli altri, mi fa venire l’ansia solo a pensarci, ho questa cosa ambivalente da quella che vuol stare seduta al finestrino poi passa il tempo a pensare di alzarsi andare al bagno ma poi taaac scatta l’ansia allora finisce malissimo. nemmeno dormo, in quei casi. pero’ ultimamente ho scoperto che si puo andare al bagno quando l’aereo non e’ ancora partito, tipo stanno mettendo via le valigie, etc. Allora li mi prende questo sforzo sovrumano che dico dai, dai, dai dai che ancora sono tutti nel limbo del bagaglio a mano, farli alzare mi sembra meno peggio. A volte, altre no. Poi, me pento.

Leave a comment

Filed under Uncategorized